BOCCADIRIO – MONTOVOLO

5° Tappa: 23,5 km | 1381 D+ | 8 h

Santuario della Beata Vergine delle Grazie di Boccadirio – Valli – Ca di Landino – Crocicchie – Castiglione dei Pepoli – Lago di Santa Maria – Tratto Via della Lana e della Seta – Santuario della Beata Vergine della Consolazione o di Montovolo.


DA NON PERDERE

Baragazza

Castiglione dei Pepoli

Paese di confine, Baragazza ha una storia molto antica di contese tra la Toscana e Bologna che nel lontano fine XIV° secolo riuscì ad ottenerne, non senza lottare, il controllo. La sua chiesa dedicata a San Michele Arcangelo è stata ricostruita a fine ‘700 e sull’altare maggiore compare un importante dipinto di scuola fiorentina raffigurante il Santo patrono. La storia di questa comunità è da sempre unita a quella del Santuario di Boccadirio. In paese sono presenti alcune strutture ricettive e locali dove ristorarsi.


Castiglione dei Pepoli

A 691 mt di altitudine il capoluogo si sviluppa ai piedi del Monte Gatta ed è uno dei centri abitati più grandi della montagna. Famoso per il lago del Brasimone e per il Santuario di Boccadirio la sua storia si lega a quella della vicina Toscana essendo stato feudo dei Conti Alberti di Prato fino al 1340 quando venne ceduto alla nobile famiglia dei Pepoli. L’attuale palazzo comunale ne fu dimora fino alla fine del ‘700. Il bel centro storico, luogo cardine della vita del comune fu anch’esso opera dei Pepoli.


Chiesa parrocchiale di S. Lorenzo

via Pepoli, 4 – Castiglione dei Pepoli

Dedicata a San Lorenzo Martire la chiesa ha origini attorno al 1300 mentre il campanile fu eretto nel 1606. Successivamente, nel 1934 fu elevato da 22 a 40 mt su disegno del Rivani con la costruzione dell’attuale guglia alla cui sommità è presente la statua del Cristo Redentore opera del Dalmonte di Faenza. Al suo interno, affrescato nel 1930, sono presenti diverse opere di pregio tra cui una pala d’altare del Cavedoni, allievo dei Carracci, raffigurante San Lorenzo. La Festa patronale è il 10 agosto.


Lago di Santa Maria

Castiglione dei Pepoli 

È un piccolo invaso artificiale creato nel 1917 con la costruzione di una diga sul torrente Brasimone, per la produzione di corrente elettrica e dista meno di 4 km dal centro di Castiglione dei Pepoli. La sua costa sinistra rientra nel comune di Castiglione dei Pepoli, quella destra invece è nel comune di Camugnano. Luogo di ritrovo estivo molto apprezzato dagli amanti della pesca sportiva è inserito nel Parco dei Laghi del Brasimone e di Suviana a cui è collegato da una rete sentieristica.